Guida al Bonus Vacanze 

Continua esito immediato

Bonus Vacanze 2020: un rilancio concreto per il turismo

La chiusura forzata dei confini nazionali e regionali dovuta alla recente quarantena e alle misure di sicurezza per l'emergenza COVID-19 ha condizionato fortemente l'andamento del turismo nazionale e dell'economia in genere. Una delle conseguenze più immediate è una ripercussione negativa sulle prossime vacanze estive per le famiglie italiane. Per venire incontro alle esigenze delle realtà professionali di questo settore, così importante per l'Italia, e congiuntamente al desiderio delle persone di godersi qualche giorno di relax al mare o in montagna, il Governo ha compreso nel Decreto Rilancio (DL 34/2020, nello specifico nel Capo I del Titolo VIII, Misure per il turismo e la cultura, articolo 176 ) misure che incentivano con sostegni economici le prossime ferie estive, riunite nel cosiddetto Tax Credit Bonus Vacanze 2020, noto semplicemente come Bonus Vacanza.

Si tratta di una misura che comprende uno sconto e un credito di imposta per chi scelga di passare le ferie in Italia e quindi intenda rivolgersi a imprese turistico ricettive nazionali, come alberghi, agriturismi, campeggi, bed & breakfast che però posseggano i requisiti previsti dalla legislazione nazionale e regionale, relativa alle attività turistiche e ricettive (secondo il DL 34/2020, nel dettaglio art. 176).

A chi spetta il Bonus Vacanza?

Questo sconto è previsto soltanto per le famiglie che abbiano un reddito ISEE che non superi le 40.000 euro ed è regolato sulla base del numero dei membri che costituiscono il nucleo familiare: sono garantiti un massimo di 500 euro per i nuclei composti da tre o più persone, 300 per quelli di due persone, 150 per le famiglie mononucleari, cioè formate da una sola persona. Il credito è utilizzabile da un solo componente di ogni gruppo familiare. Non è una iniziativa legata ai singoli, proprio per arrivare a facilitare in modo concreto tutta la popolazione, di qualsiasi fascia di età o reddito.

Come funziona il Bonus Vacanze

Più che di uno sconto si tratta in realtà di un credito che in parte viene applicato subito e in parte viene recuperato con le tasse. Una volta ottenuto potrai usufruirne dal primo luglio al 31 dicembre 2020. Come? Con uno sconto per l'80% della somma cui hai diritto direttamente sul costo della struttura ricettiva che hai scelto, sempre nel periodo che va dal primo luglio al 31 dicembre 2020. Potrai detrarre poi il 20% che resta dalle imposte sul reddito nella dichiarazione dei redditi per l'anno 2021. Questo vale anche per il proprietario della struttura che potrà detrarre l'80% scontato al cliente dalla sua dichiarazione dei redditi del 2021, come credito di imposta.

Esiste però qualche vincolo: le spese debbono essere sostenute in un'unica soluzione e in una singola struttura ricettiva e il totale della spesa deve essere indicato nel documento commerciale o nella fattura elettronica emessa al momento della transazione. Il pagamento deve essere effettuato direttamente nella struttura che ti ospita e non a soggetti intermediari, come agenzie turistiche o piattaforme digitali. 

Come ottenere il Bonus Vacanze 2020?

Per ottenere il Tax Credit per le ferie innanzitutto è necessario essere in possesso dei requisiti relativi al reddito familiare indicati nel decreto, cioè un reddito ISEE non superiore a 40.000 euro. Se rientri in questa fascia, puoi scoprire qui di seguito come ottenere il bonus vacanze nel concreto. 

Il primo passo è scaricare una apposita applicazione per lo smartphone, in via di rilascio, e presentare tramite la stessa App la domanda con i documenti necessari, tra cui appunto la dichiarazione del reddito ISEE. Poi devi attendere l'esito della pratica.

Se possiedi i requisiti richiesti, sulla tua app comparirà un codice a barre relativo alla tua richiesta e al tuo nucleo familiare. Quando sarai presso la struttura ricettiva dove hai scelto di soggiornare durante le tue ferie, basterà scansionare il codice per poter godere dello sconto, usufruibile per il momento solo presso la reception della struttura e non tramite società intermediarie (che però hanno già presentato rimostranze che fanno pensare a possibili future modifiche della procedura).

Un impulso per le famiglie e per le imprese ricettive

Il sostegno al settore del turismo contenuto nel Decreto Rilancio interviene anche a tutela delle imprese ricettive in modo più diretto con uno sgravio delle imposte IMU (Imposta Municipale propria), delle quali non è dovuta la prima rata per l'anno in corso, così come specificato nell'art. 177 dello stesso decreto. Le strutture che possono usufruire di questa iniziativa sono gli immobili adibiti a stabilimenti balneari marittimi, lacuali o fluviali, gli immobili degli stabilimenti termali, gli agriturismi, i villaggi turistici, gli ostelli della gioventù, i rifugi di montagna, le colonie marine o montane, gli affittacamere per brevi soggiorni, gli appartamenti vacanze, i bed & breakfast, i campeggi. Per tutti questi la condizione necessaria per approfittare dello sgravio fiscale è che il relativo proprietario gestisca e si occupi di persona delle attività turistiche, di accoglienza, di intrattenimento e d'animazione previste in loco. 

Insomma, le tante realtà turistiche italiane, sia che si trovino al mare o in montagna, in collina, in città o in pianura, ovunque cioè tu desideri recarti, si stanno preparando per riceverti al meglio e in piena sicurezza, ma anche con un occhio al portafoglio. Qui potrai godere quindi di uno sconto reale ed effettivo, in massima parte applicabile subito e in piccola percentuale nella dichiarazione dei redditi dell'anno prossimo. Potrai rilassarti in tranquillità, senza troppi sacrifici e forse dimenticare le preoccupazioni dovute anche alla contingenza della recente quarantena. L'unica accortezza per te è provvederti della documentazione necessaria, controllare il tuo reddito ISEE, che dovrebbe non superare i 40.000 euro, scaricare l'apposita App, richiedere il Bonus Vacanza senza file o tempi lunghi, direttamente dal tuo smartphone anche a casa. A quel punto ti arriverà il codice a barre con cui potrai godere dello sconto. Semplice no?

Ora non ti resta che organizzare le tue meritate ferie. Come fare? Rivolgiti a Younited Credit e richiedi online un prestito personale per le vacanze. Risponderemo in 24 ore, senza lungaggini burocratiche. Realizza il tuo sogno con noi!